Tag Archive for saldi online

Saldi estivi online, i consigli di Google

La stagione calda del 2019 ha avuto e sta avendo molte anomalie climatiche, ma i saldi estivi sono puntuali.
In alcune regioni italiane e sui siti web di acquisto online i capi di abbigliamento si trovano già a prezzi scontati dall’inizio di luglio, ma il boom di proposte ci sarà a partire dal 6.
Come evitare i raggiri sul web al momento dell’acquisto? Riportiamo i consigli di Google per fare affari in sicurezza.

Connessione sicura
Ci si deve fidare solo delle piattaforme web che usano la connessione sicura htpps:// all’inizio della Url (anziché “http”) e l’icona a forma di un lucchetto chiuso, che quando c’è comparare di fianco alla barra degli indirizzi: significa che quel sito garantisce la protezione dei dati inseriti.
Uno dei più grandi timori di chi fa shopping online è quello di ritrovarsi con la carta di credito clonata, quindi prima di trasmettere informazioni riservate, come il numero di carta di credito, è bene controllare il protocollo https.

L’importanza del prezzo
I prezzi troppi bassi devono essere visti con sospetto. Prima di procedere con l’acquisto del capo, Google invita i consumatori a confrontare il prezzo con quello di altri articoli simili e informarsi sul venditore, ad esempio controllando gli eventuali feedback lasciati dagli altri utenti o leggendo le recensioni presenti sul sito. Inoltre, è bene dare uno sguardo alla sezione “Chi Siamo” o “Contatti”e se non compaiono numeri di telefono o vengono fornite indicazioni vaghe, meglio non procedere con l’acquisto.

Modalità di pagamento
Se il sito web propone solo il bonifico o la ricarica su carta prepagata (come ad esempio Poste Pay), molto probabilmente è una truffa. Le piattaforme affidabili propongono modalità di pagamento con bonifico, carte di debito e di credito, con Google Pay e con PayPal (che consentono di effettuare dei pagamenti semplici e veloci senza inserite i dati della propria carta di credito sul sito web su cui si vuole fare acquisti).
Prima di procedere all’acquisto, è consigliabile verificare che il sito di e-commerce utilizzato offra una protezione per gli acquirenti (buyer protection) e leggere con attenzione le clausole sul pagamento e su eventuali resi.

No da pc condivisi
Al di là della navigazione su un sito sicuro e certificato, Google consiglia di non fare acquisti (quindi comunicare conti bancari, numeri di carte di credito e così via) se si sta usando un pc pubblico o condiviso. No quindi da pc aziendali, dell’università o da postazioni pubbliche. Se proprio non si può evitare è bene navigare con la modalità incognito, uscire completamente dagli account e chiudere la finestra del browser una volta completate tutte le operazioni.

Occhio al phishing
Quando si acquista su un sito per la prima volta, è probabile che venga chiesta una registrazione: tuttavia possono essere chieste solo informazioni necessarie per l’acquisto di un prodotto o di un servizio.
Se vengono tirati in ballo anche i dati del conto bancario o le password potrebbe esserci un tentativo di phishing, cioè di acquisizione dei dati personali per accedere al proprio conto corrente e rubare somme di denaro.

Continuate a seguirci, lo staff di Hermes Italia

Saldi online 2019, quello che c’è da sapere

Per chi ama fare acquisti, il momento più atteso della stagione invernale è arrivato: sono iniziati i saldi. Ad “aprire le danze” promozionali sono state Basilicata, Sicilia e Valle D’Aosta, mentre dal 5 gennaio si aggiungeranno tutte le altre regioni, con una durata che varia a seconda dell’area geografica.

Secondo le rilevazioni dell’Osservatorio nazionale di Federconsumatori, gli acquisti verranno effettuati dal 41% delle famiglie, per una spesa media di 181,56 euro.
Molti acquisteranno online, per accaparrarsi i capi desiderati senza doversi mettere a cercare nel disordine, che regna sovrano nei negozi durante questo appuntamento, e senza fare fila alle casse.

Siccome, in generale, in occasione dei saldi il rischio dell’inganno è dietro l’angolo, Federconsumatori ha stilato alcune raccomandazioni utili.

A differenza di quanto accade per gli acquisti effettuati nei negozi, nel caso dello shopping online non è sempre possibile consultare tutte le informazioni relative al prodotto. È bene controllare con attenzione la completezza della descrizione e la qualità delle immagini disponibili per inquadrare il prodotto nel suo complesso.

“Data l’impossibilità di verificare fisicamente le condizioni dei prodotti, il Codice del Consumo prevede tutele rafforzate per gli acquisti online – spiega la nota di Federconsumatori -. E’ il caso ad esempio del diritto di recesso che non c’è per gli articoli comprati nei negozi fisici. L’utente ha 14 giorni di tempo a partire dal momento della consegna per restituire il prodotto e richiedere il rimborso totale dell’importo pagato. Ad ogni modo, è preferibile consultare sul sito scelto le indicazioni relative al diritto di recesso”.
Nel caso in cui l’acquisto non avvenga dal sito dell’azienda ma attraverso un’altra piattaforma, si consiglia di verificare l’affidabilità dell’intermediario e la provenienza della merce.

Quanto ai pagamenti, effettuati tramite carta di credito, carta di debito, bonifico o altri mezzi, è importante utilizzare una connessione protetta, quindi controllare che l’indirizzo del sito web sia preceduto da HTTPS (e non da HTTP) e verificare la presenza, in basso a destra nella pagina della transazione, la presenza dell’immagine di un lucchetto.

Continuate a seguirci, lo staff di Hermes Italia