Tag Archive for acquisti online

Moda e calzatura, l’e-commerce preferito dagli italiani

Moda e calzature (le sneakers in particolare) rientrano tra gli acquisti che vanno per la maggiore online.
Il dato emerge dal report sul comportamento d’acquisto dei nostri connazionali in rete e la trasformazione tecnologica e sociale innescata dall’e-commerce nel contesto italiano, elaborato dal portale di comparazione prezzi idealo.

trend primavera estate

Ma quali sono i trend sulla moda che caratterizzano la bella stagione?
I capi in rosso acceso, che rimandano al colore della ciliegia, sono di tendenza, via libera quindi a short, minigonne svasate, borse shopper, marsupi e montature di occhiali da sole per dare quel tocco di colore sensuale a un outfit a base di toni neutri.

Lo stile alla marinara, che mixa righe, bottoni dorati, alamari e inserti in corda è destinato a essere indossato sempre di più durante le prossime settimane: è casual, ma si adatta anche ai look più eleganti così da avere un abbinamento impeccabile per qualsiasi occasione.

Anche il giallo intenso popolerà le strade durante questa primavera/estate, dopo il grigiore invernale. È una tonalità vincente, inclusi matrimoni e cerimonie eleganti che di solito abbondano nella bella stagione. Può essere indossato sia in total look sia scelto per accessori come pumps, sandali, borse, occhiali e così via.

Infine, c’è il verde menta ideale da sfoggiare a qualsiasi ora del giorno e della notte; ha il vantaggio di valorizzare l’incarnato sia di bionde sia di more, si presta a numerose tipologie di abbinamenti e si può portare in total look o a contrasto con tonalità più decise oppure abbinare ad altri colori pastello.

Quanto alle sneakers, che uniscono tendenze cool e comodità, le nuove proposte declinano molti modelli nuovi o rivisitati.
Tra i plus di quest’anno le fantasie floreali, quelle con il platform, le sneakers di tela, stile anni ’80, basse classiche, rosa e bianche.
Ormai queste scarpe vengono con spontaneità ai pantaloni palazzo così come ai vestiti da sera, perché il desiderio di comodità si può mescolare con un abito alla moda e ricercato senza sfigurare.

Continuate a seguirci, lo staff di Hermes Italia

E-commerce, la problematica dell’abbandono del carrello

I consumatori italiani richiedono online gli stessi servizi del negozio fisico, altrimenti abbandonano l’acquisto. È l’estrema sintesi di quanto emerge dalla ricerca SAP Consumer Propensity Survey promossa da SAP SE, che ha analizzato i comportamenti di acquisto durante lo shopping online di 24mila consumatori da ogni parte del mondo.
Per quanto riguarda i consumatori del Belpaese, durante lo shopping online, è importante contare sugli stessi benefici offerti dal negozio sotto casa: poter avere subito il prodotto desiderato, poterlo provare e poterlo cambiare nel caso non vada bene.

Tra gli elementi ritenuti fondamentali per migliorare l’esperienza d’acquisto online, al primo posto spicca la possibilità di scambi merci e resi semplici da effettuare (53%), cui seguono la richiesta di tool di comparazione, cioè software che consentono di equiparare caratteristiche e prezzi dei prodotti selezionati (43%), la presenza di un punto vendita fisico di riferimento (38%) e infine l’ausilio di un chatbot a disposizione 24×7 (28%).
Inoltre, il 36% degli intervistati italiani è interessato alle recensioni degli altri utenti solo la metà delle volte che effettua acquisti online, mentre non è così negli altri Paesi europei.

Tra i settori dove l’e-commerce è più gettonato ci sono: viaggi (79%), il fashion (78%) e la vendita di prodotti digitali (70%); e a differenza di quanto si potrebbe immaginare, le donne preferiscono andare su internet per comprare viaggi e vacanze (83%), mentre sono gli uomini ad acquistare maggiormente abiti, accessori e scarpe (83%).

Il comparto moda è tra i settori con il maggior numero di acquisti online, ma anche quello in cui prevalgono le interruzioni, infatti il 19% degli intervistati dichiara di abbandonare il carrello la metà delle volte. Al contrario, di quanto accade per il comparto dell’intrattenimento, dove il 21% dei rispondenti afferma di non farlo mai, oppure nel comparto alimentari e beni di consumo, dove raramente si abbandona il carrello (36%). I motivi? Per il 53% la causa è legata ai costi di spedizione, per il 31% all’indisponibilità dell’oggetto da acquistare. Invece, tra i driver che risultano più interessanti per far cliccare il bottone “acquista” ci sono le notifiche di sconto e promozioni ad hoc.

Continuate a seguirci, lo staff di Hermes Italia

 

 

E-commerce: gli acquisti che volano

Cosa piace acquistare online? Agli italiani viaggi, libri, musica, abbigliamento e accessori. A dirlo è Nielsen Connected Commerce, il report annuale che analizza le dinamiche globali dei consumatori connessi, i profili di spesa, l’evoluzione degli acquisti e le potenzialità di crescita dell’e-commerce.
Queste categorie merceologiche continuano a occupare la quota più ampia delle transazioni online, nello stesso tempo i prodotti che hanno registrato una crescita più significativa appartengono al largo consumo e si legano al mondo della cura della persona (+12%); crescono poi notevole anche arredamento, viaggi, elettronica di consumo, cura della casa, alimenti confezionati e cibi pronti consegnati a domicilio da ristoranti.

“Dal monitoraggio dell’evoluzione dell’e-commerce in mercati innovativi come la Corea del Sud, dove le vendite online pesano attualmente ben il 20% del comparto del Largo consumo confezionato, emerge che i consumatori multicanale seguono alcuni schemi di comportamento”, commenta Christian Centonze, FMCG Solutions Leader di Nielsen in Italia. “Viaggi, moda e libri sono le tipiche categorie del primo acquisto online ma, nella misura in cui si consolidano familiarità, abitudine e fiducia, le categorie di acquisto si ampliano a comparti come il cura persona e i prodotti baby, fino ad arrivare a comprendere i cibi confezionati e freschi”.

Il 95% dei consumatori globali connessi a internet ha effettuato almeno un acquisto online, in crescita dell’1% rispetto al 2017 e del 2% rispetto al 2016. Stando ai dati della ricerca, il 26% dei consumatori multicanale ha acquistato prodotti freschi online, con un incremento del 15% rispetto al 2016. Ciò contribuisce alla crescita complessiva del settore del largo consumo online, stimata intorno ai +70 miliardi di dollari americani negli ultimi due anni.

E per il futuro? “Con la diffusione dei consumi online, la costante evoluzione degli spazi occupati dall’e-commerce ha assottigliato i confini tra il canale di vendita fisico e quello virtuale”, osserva Centonze. “Alcuni anni fa l’e-commerce era incentrato sull’acquisto di servizi e beni non deperibili, come i viaggi, la moda e i libri. Oggi assistiamo all’aumento degli acquisti in nuove categorie merceologiche. In prospettiva, i comportamenti di acquisto online saranno guidati da innovazioni digitali come l’assortimento sempre più personalizzato sulla base di spese pianificate e customer journey”, conclude l’esperto.

Continuate a seguirci, lo staff di Hermes Italia

Black Friday e Cyber Monday: il decalogo per fare buoni acquisti

A consegnare ci pensiamo noi, ma gli acquisti online spettano a voi. Nell’approfittare delle scontistiche del Black Friday (23 novembre) e del Cyber Monday (26 novembre), è bene fare attenzione alle fregature a portata di clic.
Queste due date attirano un numero sempre crescente di consumatori e, secondo le stime del Codacons, genereranno un giro d’affari superiore a 1,6 miliardi di euro, di cui circa 1 miliardo attraverso l’e-commerce.

“Ancora una volta saranno i negozi online a fare la parte del leone – spiega il Codacons – con il settore dell’elettronica e dell’hi-tech in testa alla classifica degli acquisti, seguito dal comparto abbigliamento. Si potrà però godere di sconti e offerte anche in numerosi negozi fisici, grazie al numero sempre crescente di catene che aderiranno al Black Friday: in particolare i colossi dell’abbigliamento e dell’hi-tech proporranno sconti all’interno dei loro punti vendita.

Ecco il decalogo per fare buoni acquisti:

1 Acquistare solo da siti internet sicuri, protetti da sistemi di sicurezza internazionali, riconoscibile dalla presenza del lucchetto nella barra di indirizzo.

2 Acquistate solo da venditori sicuri: assicurativi del feedback dello stesso e che siano correttamente riportati i dati della società titolare dell’attività commerciale.

3 Attenzione alle offerte dei negozi fisici e virtuali che sembrano esageratamente vantaggiose e agli sconti troppo elevati, potrebbero nascondere una fregatura.

4 Controllate il prezzo finale del prodotto e se è comprensivo di spese di spedizione o tasse.

5 Controllate la data di spedizione e verificate sempre da dove viene spedito il prodotto.

6 Conservate una copia dell’ordine effettuato, e verificate che esista la possibilità di disdirlo senza pagamento di penali.

7 Sul web pagate o tramite paypal o carte prepagate (meglio evitare bonifici o carte di credito), e non comunicate mai i vostri dati personali, sia via telefono, sia via mail; non inserite mai dati privati online.

8 Verificare le condizioni di recesso applicate dal venditore online e ricordate che la garanzia vale anche per i prodotti acquistati online.

Continuate a seguirci, lo staff di Hermes Italia

L’e-commerce in Europa sta ingranando la quinta

Partiamo da un numero: 534 miliardi di dollari. È questo il valore del mercato dell’e-commerce nel caro Vecchio Continente, stando ai dati del report dell’European B2C Ecommerce. E, secondo le stime, a fine di questo anno dovrebbe arrivare a oltre 600 miliardi.
Anche in Italia l’andamento dell’e-commerce è positivo, infatti si prevede che il valore degli acquisti online possa arrivare a toccare i 27 miliardi di euro durante il 2018, cioè il +15% rispetto al 2017.

Gli acquisti online guadagneranno sempre più terreno facendo registrare un tasso di crescita quattro volte superiore ai servizi e in tutto ciò il ruolo dello smartphone diventa sempre più centrale, considerando che un terzo degli acquisti online avverrà con questi dispositivi mobile.

Nel Belpaese chi sceglie il canale online per acquistare lo fa soprattutto per i prezzi ritenuti più convenienti. Nel nuovo quadro competitivo – secondo gli Osservatori digital innovation, del Politecnico di Milano  ̶  anche la logistica incide molto: per tre quarti dei consumatori qualità e ampiezza dei servizi di consegna e di gestione del reso sono fondamentali nelle scelte di acquisto, mentre le sfide del futuro riguardano lo sviluppo dei servizi di prossimità, l’accrescimento della velocità di consegna, i servizi di gestione “dell’ultimo miglio” e il recapito attraverso droni e robot.

Ma non finisce qui. Non vanno trascurante le fonti di ispirazione per gli acquisti online, a partire dagli spunti che provengono da social network, webzine e app, dove il pubblico dei Millennial incide molto, considerando che ha forte famigliarità con la tecnologia e che utilizza dispositivi mobile per soddisfare tutte le proprie esigenze.

Continuate a seguirci, lo staff di Hermes Italia