L’ecommerce e l’Italia

L’Italia non è rimasta indietro nella consegna dei pacchi: il mercato è sano e c’è concorrenza. A dirlo è un recente studio dell’Agcom, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, sull’analisi del mercato dei servizi di consegna dei pacchi, a seguito dello sviluppo del commercio elettronico.

Secondo l’Authority il mercato nazionale è sostanzialmente allineato ai trend europei e mondiali, grazie alla crescita dell’ecommerce anche nel nostro Paese. Lo sviluppo dell’ecommerce ha comportato una maggiore concorrenza e l’affermarsi di un modello di business che mette al centro il destinatario (receiver-oriented), nonché di nuove modalità di gestione delle reti (ad esempio, la consegna congiunta di pacchi e lettere, la consegna flessibile), in particolare, nella fase di consegna (ad esempio, la possibilità di usufruire dei parcel lockers, gli armadietti intelligenti).

Tra i nuovi operatori spicca Amazon, che ha iniziato l’attività a fine 2016 e ha visto crescere maggiormente la propria quota di mercato in un arco di tempo biennale e a oggi è l’unica piattaforma verticalmente integrata nel settore delle consegne.

L’Agcom ha individuato quattro mercati merceologici rilevanti – tutti di dimensione geografica nazionale – dei servizi di consegna dei pacchi:

 1) le consegne deferred in ambito nazionale;

 2) le consegne espresse in ambito nazionale;

3) consegne transfrontaliere in entrata;

4) consegne transfrontaliere in uscita.

A fornire una cornice al quadro italiano c’è l’Ecommerce Report: Global 2019, realizzato da The Ecommerce Foundation, organizzazione indipendente con sede ad Amsterdam, che ha studiato a livello mondiale lo stato di salute dell’ecommerce.

Il fatturato globale del commercio elettronico business to consumer dovrebbe superare i 2mila miliardi di dollari nel 2019. Tra i primati: gli Stati Uniti continuano a occupare i primi posti in tutti gli indici legati al commercio elettronico nel 2019; l’Europa ha la più alta penetrazione di internet, pari all’85 per cento; la Germania è al primo posto nell’indice delle prestazioni logistiche; gli Emirati Arabi Uniti hanno registrato un percentuale di consumatori che hanno fatto acquisti online pari all’89% (nella Repubblica Dominicana c’è stato solo un 13%).

Continuate a seguirci, lo staff di Hermes Italia.