Acquisti di Natale online: i consigli per non cadere nella rete delle truffe

In tema di regali natalizi, tra le cose peggiori che potrebbero capitare spicca quella di non vedersi recapitare il pacco dell’acquisto online perché il sito internet nascondeva una truffa.

In questo periodo dell’anno, caratterizzato dalla corsa agli ultimi acquisti in vista del Natale, la Polizia di Stato ha stilato una serie di consigli utili per garantire la sicurezza in rete, la tutela dei dati personali, la protezione da frodi e da rischi mentre si naviga su siti di e-commerce.
Del resto a pochi giorni da Natale e da Capodanno il fenomeno delle truffe tende ad acutizzarsi, complice anche la ricerca di offerte a bassissimo costo per i regali.

I vantaggi dell’ecommerce natalizio

Le ragioni che portano a registrare un numero sempre crescente negli anni, di acquisti on line, sono molteplici. “In primis la possibilità di comprare comodamente e con tutta calma seduti dalla propria abitazione senza doversi imbattere, nei disagi del traffico e di lunghe file alla cassa, con un conseguente notevole risparmio di tempo. A ciò si aggiunge il perfezionarsi dell’offerta da parte dei commercianti on line, che ormai dedicano appositi spazi virtuali ai regali con la possibilità di personalizzazione degli stessi e di ottenerli a casa già confezionati e con biglietto di auguri incorporato. Senza tralasciare le occasioni di risparmio offerte dalla rete grazie ad una serie di promozioni. Infine, la sempre maggiore conoscenza del mondo digitale da parte di tutte le fasce di età dei consumatori italiani che, però, non sempre è accompagnata alla piena consapevolezza dei rischi connessi all’acquisto on line”, si legge in una nota della Polizia di Stato.

Come navigare e acquistare on line in sicurezza

1.Prima di acquistare un prodotto in internet, è opportuno verificare con attenzione le politiche di vendita, le condizioni di recesso, i tempi di consegna, i costi e le spese di spedizione.

2.Verificare, nella finestra “security” del browser, l’eventuale esistenza di una certificazione che comprovi la corrispondenza tra un dato sito e una persona fisica o giuridica;

3.Si consiglia di navigare su siti di e-commerce noti;

4.In caso di acquisti su siti stranieri, soprattutto se al di fuori dell’Unione Europre, è opportuno verificare quali siano nel Paese di riferimento le garanzie contrattuali garantite in caso di contenzioso e la presenza di eventuali tasse doganali da applicare.

5.Utilizzare preferibilmente per i pagamenti le carte “prepagate” privilegiando i siti che hanno un sistema di protezione della transazione.

6.Verificare prima di acquistare che si tratti di una vendita a prezzo fisso o di un’asta, in quest’ultimo caso le garanzie per i consumatori sono minori.

7.Prima di fornire i propri dati personali verificare che siano garantite le motivazioni d’uso, le modalità di protezione e di trattamento degli stessi;

8.Leggere il contratto e verificare che non contenga clausole anomale eccessivamente onerose o rischiose per il compratore.

9.Conservare una copia di tutti gli ordini fatti e dei documenti relativi (e-mail scambiate con il venditore, informazioni sulle condizioni di vendita e così via) e mettere al sicuro le password e i codici, per accedere al conto bancario online (in particolare avere password differenti per diversi servizi e non consentire ai siti di salvare la parola-chiave automaticamente per non doverla digitare nuovamente).

10.Qualora ci si imbatta in transazioni truffaldine va denunciato subito l’accaduto alle forze di polizia che potranno intervenire per evitare ulteriori danni ad altri utenti della rete.

11.Diffidare di un oggetto messo in vendita a un prezzo irrisorio, non sempre è un affare: accertati che non ci sia troppa differenza tra i prezzi proposti e quelli di mercato.

12.Dubitare di chi chiede di esser contattato al di fuori della piattaforma di annunci con e-mail ambigue ma anche di chi ha troppa fretta di concludere l’affare.

Continuate a seguirci, lo staff di Hermes Italia